BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2013: prima casa e terreni. Far pagare seconda rata per abbassare iva. Nuovo emendamento

Ripristinare il pagamento Imu su prime case: la proposta del Pd



Dopo la fiducia ottenuta dal governo, l’esecutivo torna a discutere delle eventuali misure che dovrebbero rientrare nella Legge di Stabilità, da presentare entro il 15 ottobre.

Tra queste la possibilità di eliminare la cancellazione del pagamento dell’Imu 2013 per prime case e terreni agricoli per poter abbassare nuovamente l’Iva, riportandola dal 22 al 21%.

La proposta di uno stop alla prima rata Imu sulle abitazioni principali ma solamente per gli immobili con rendita catastale inferiore ai 750 euro è stata avanzata dal Pd, con un emendamento al Dl Imu depositato nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, come misura per far ripristinate l'Iva al 21% dal primo novembre fino a fine 2013. Il ritorno alla cassa per i proprietari di immobili con rendite superiori ai 750 euro dovrebbe tradursi in un gettito di circa 1,2 miliardi.

Questa proposta è stata avanzata anche se il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, ha dichiarato che “L’Iva al momento non si tocca: probabilmente solo il prossimo gennaio potrebbe subire una rimodulazione, con un piano annunciato da Governo Letta sulle nuove aliquote.

Sull’aumento iva scattato non c’è niente da fare. Non c'è nessun decreto. È già legge con il decreto legge del 2011 che portava l'iva a questo livello”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il