BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Letta: facciamo il punto della situazione

Le probabili modifiche in arrivo nel mondo delle pensioni: cambierà davvero qualcosa?



Si attendeva che il governo incassasse la fiducia per sapere quale sarebbe stato il futuro dell’Italia e soprattutto se le riforme del welfare annunciate da tempo dall’esecutivo sarebbero state portate a termine.

In primis questione esodati e pensioni, insieme a lavoro, tasse e cancellazione Imu 2013. Ma per quanto riguarda le pensioni, il premier Letta nel suo discorso programmatico non ha menzionato alcun intervento in merito, accennando esclusivamente a quel reddito minimo, di cui aveva parlato tempo fa il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, per i nuovi esodati.

Sembra, dunque, risulti piuttosto difficile che tra le possibili novità in arrivo con la Legge di Stabilità questo mese possano esserci quelle tanto auspicate modifiche all’attuale sistema pensionistico a partire dall’approvazione di quel meccanismo di flessibilità in uscita proposto da Cesare Damiano.

Probabilmente l’unico spiraglio aperto si intravede per lavoratori precoci e usuranti, per coloro cioè per cui già tempo fa si era richiesta la possibilità che andassero in pensione con le vecchie regole.

Altra modifica potrebbe riguardare l’età pensionabile per le donne: molti, infatti, ne hanno chiesto l’uscita anticipata rispetto agli uomini perché aver equiparato l’età pensionabile per uomini e donne è stata considerata un’ingiustizia sociale.

La prossima Legge di Stabilità dovrebbe contemplare un pacchetto da otto-dieci miliardi di euro per un primo taglio del costo del lavoro come preannunciato dal premier Enrico Letta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il