BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti e precoci Governo Letta: modifiche in Legge Stabilità ancora possibili

Precoci, usuranti ed esodati: tecnici a lavoro per interventi in Legge di Stabilità



Il premier Letta, nel suo discorso programmatico, pronunciato in occasione del voto di fiducia al governo, non ha fatto accenno ad eventuali interventi sulle pensioni, e mentre Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera, ha più volte ribadito “come sia prioritario nella prossima legge di Stabilità attuare un taglio strutturale per il rilancio del lavoro e della competitività, insieme agli interventi sulle pensioni e sulla cassa integrazione in deroga”, il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha promesso di sistemare le questioni che riguardano i diritti di chi ha lavorato in condizioni particolari, come lavoratori precoci o usuranti e pur annunciando che non vi sarà alcuna controriforma all’attuale Legge Fornero sulle pensioni perchè il meccanismo della flessibilità proposto da Cesare Damiano al momento è impossibile da attuare per mancanza di fondi, apre ad eventuali modifiche.

E annuncia che “in vista della presentazione della legge di Stabilità, ci saranno i necessari approfondimenti tecnici”. I tecnici lavorano, infatti, a un provvedimento per alcune categorie di lavoratori, che potranno essere precoci e usuranti, per cui dovrebbero pensate norme ad hoc.

Eventuali interventi potrebbero riguardare, come anche sollecitato dai sindacati, esodati e chi ha perso il lavoro dopo la scadenza del 31 dicembre 2011 ed è vicino all'età pensionabile.
 
 
Autore:

Marianna Quatraro 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il