Aumento stipendi e busta paga Legge Stabilità 2013-2014: di quanto e come si continua a discutere

Importanza taglio cuneo fiscale: la misura in prossima Legge di Stabilità



Mancano pochi giorni alla presentazione della nuova Legge di Stabilità, che sarà presentata il prossimo 15 ottobre, e le discussioni sulle questioni ‘calde’ stanno entrando nel vivo.

Lavoro, tasse, buste paga al centro delle nuove misure. Il prossimo anno, infatti, secondo quanto annunciato dal premier Letta, i lavoratori potrebbero ricevere buste paga più pesanti con incrementi che potrebbero essere compresi tra i 250 e i 300 euro.

Secondo fonti sindacali, infatti, per ogni miliardo di euro di riduzione del cuneo fiscale mediamente i salari avrebbero un aumento di circa 100 euro, considerando il pacchetto da 5 miliardi che il governo metterà in campo. Gli aumenti saranno erogati probabilmente in un’unica tranche, che potrebbe essere la tredicesima 2014.

Secondo quanto spiegato dal premier Enrico Letta, il taglio del cuneo fiscale porterà, dunque, un beneficio concreto non solo alle imprese ma anche ai lavoratori e ha precisato: “Nel 2014 i lavoratori italiani avranno un beneficio in busta paga. Ne discuteremo con le parti sociali e ci saranno vantaggi anche per le imprese. Per queste la strada potrebbe essere quella di incentivare le aziende che assumono o che investono”.

Secondo l’Istat è del 46,2%, secondo l’Ocse del 47,6%: in ogni caso, il cuneo fiscale italiano, vale a dire la somma tra le trattenute al lavoratore e gli oneri a carico dell’azienda e le imposte a carico del lavoratore, è fra i più alti d’Europa.

Prima di noi, Belgio (56%), Francia (50,2%), Germania (49,7%), Ungheria (49,4%) e Austria (48,9%), tutti Paesi, però, nel quale il costo dell’energia è inferiore, le tasse sui redditi sono più basse, il Welfare più efficiente e l’accesso al credito più facile. Il taglio al cuneo fiscale annunciato dal governo, dunque, ridarebbe competitività alle imprese e accrescerebbe il potere d’acquisto delle famiglie.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il