BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borsa Italiana e azioni Ottobre-Novembre-Dicembre: previsioni. Investitori stranieri tornano

Previsioni positive per Piazza affari: il ruolo degli investitori americani



Già qualche mese fa, diversi analisti avevano annunciato un ritorno degli investimenti in azioni e obbligazioni. E sembra, infatti, che l'azionariato sia tornato a correre: la Borsa è in ripresa e tra i migliori titoli del momento spiccano gli industriali.

Qualche tempo fa Lorenzo Alfieri, country head per l’Italia di JP Morgan, aveva ipotizzato che nella seconda parte dell’anno le azioni sarebbero state da preferire, soprattutto se si fosse superata, così come avvenuto, l'impasse politica italiana. E le previsioni per il futuro sono rosse: continueranno, infatti, a correre i listini.

Ne è convinto anche Vito Lops che, sul Sole 24 Ore, spiega come a trainare la Borsa italiana siano gli investitori americani. Lops porta ad immaginare il mondo “come un laboratorio di vasi comunicanti. I capitali si spostano dove possono fare più profitti.

Restiamo nel laboratorio. Un vaso rappresenta i Paesi emergenti, un altro l'Europa e un altro gli Usa”. Ora, alla luce di questo meccanismo, sta succedendo che “i grandi investitori statunitensi hanno iniziato a ritirare la liquidità dal vaso dei Paesi emergenti.

Allo stesso tempo il ritiro dei capitali dei grandi investitori statunitensi dalle aree emergenti ha fatto sì che questi si son ritrovati con un surplus di liquidità da investire e la stanno canalizzando nel vaso dell'Europa, in particolare nei recipienti i Italia e Spagna, non a caso quei Paesi dove i listini hanno corso meno nei mesi scorsi e che adesso, in virtù di una situazione governativa un pò più stabile, non rappresentano un pericolo” ma anzi un rapporto rischio/rendimento tra i più attraenti.

E per il futuro, Davide Pasquali, presidente di Pharus Sicav, spiega che “Piazza Affari potrebbe continuare a crescere anche di un 15% rispetto alle  quotazioni attuali. Sempre che dagli Stati Uniti non arrivino shock”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il