BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti, precoci Governo Letta: modifiche Legge Fornero volute ancora politici, sindacati

Si spinge per modifiche pensioni per precoci e usuranti: quali possibilità?



Modificare l’attuale legge pensionistica per assicurare nuove garanzie a lavoratori precoci e usuranti: queste le richieste dei sindacati e di alcuni esponenti politici che puntano alla tutela di determinate categorie di lavoratori che a causa delle nuove norme entrate in vigore dopo l’approvazione dell’attuale legge Fornero non sono potuti più andare in pensione.

Rientrano in questa categoria anche esodati e pensionandi della scuola appartenenti alla cosiddetta Quota 96 per cui la nuova riforma pensionistica, al momento della sua elaborazione, non ha tenuto conto della specificità del comparto scuola.

Per rimettere ordine, dunque, le richieste mirano all’elaborazione di norme ad hoc, possibilmente da inserire nella prossima Legge di Stabilità, per questi lavoratori.

Si tratta, comunque, di persone che o per aver iniziato a lavorare prestissimo, come nel caso dei precoci, o perché svolgono lavori molto pesanti, che possono comportare un forte impegno fisico o mentale o condizioni di lavoro pesanti, non possono mantenere la loro vita lavorativa fino all’attuale soglia dei 66 anni.

Nonostante si facciano pressioni per eventuali modifiche, proprio qualche giorno fa, il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, pur non avendo chiuso definitivamente le porte a cambiamenti, ha tuttavia affermato che le proposte di flessibilizzazione avanzate dai parlamentari, come quella dell’uscita anticipata lanciata da Cesare Damiano, e che avrebbe contribuito anche a risolvere la questione esodati, e permesse al lavoratore di andare prima in pensione, non sono sostenibili a causa dei costi elevati. Mancano, infatti, al governo le risorse necessarie per mettere in atto tali modifiche, ciò significa l’auspicio di trovare una strada alternativa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il