BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciali (PAS): domande con problemi. Circa 3000 sono incomplete o hanno errori

Chiarimenti su requisiti per partecipare ai Pas e tempi: la situazione



Si attendono ancora notizie dal ministero dell’Istruzione per l’avvio dei nuovi Tfa Speciali, Pas. Attesa per il Miur anche da parte dei 65.973 insegnanti che hanno presentato domanda per la frequenza del corso di abilitazione nell’a.a 2013/14. Si tratta di insegnanti che attendono di conoscere dagli Uffici Scolastici i risultati dei controlli dei titoli.

Anche in questo caso gli Uffici attendono chiarimenti dal Miur. Al momento l’unico USR che ha pubblicato un primo elenco con i nominativi dei docenti candidati per l'abilitazione all'insegnamento è il Molise e l’Università di Bologna sta valutando la possibilità di attivare alcuni percorsi previsti.

Intanto, per i candidati in attesa delle liste degli ammessi compilate dagli USR, è stato chiarito che per il momento le direzioni regionali stanno iniziando ad esaminare i requisiti di accesso dei candidati che hanno presentato domanda di partecipazione ai Pas, riscontrando diversi problemi per chi ha inserito l’anno scolastico 2012/2013 ai fini dei 3 anni di servizio utili per prendere parte ai corsi.

Sarebbero, infatti, circa 2500-3000 le domande incomplete o trascritte male. E’ stato, dunque, chiarito che il requisito dell’anno scolastico 2012-2013 è valido ai fini dei requisiti utili per partecipare ai Pas.

Restano vaghi ancora i tempi di attivazione dei corsi, perché, come accennato, il Ministero ancora non ha stipulato accordi con le università ai fini della procedura per l’attivazione dei Pas.

Secondo le prime informazioni, comunque, i nuovi Tfa Speciali dovrebbero partire per gennaio-febbraio 2014, per poi concludersi a giugno-luglio, con costi che dovrebbero oscillare tra i 500 e i 2mila euro, mentre si attendono, inoltre, comunicazioni in merito alle sedi in cui si svolgeranno i prossimi Tfa speciali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il