BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge di Stabilità 2013: aumento stipendio approvato. Ma cifre non sono ancora chiare

Detrazioni Irpef e aumenti in busta paga: la misura nella Legge di Stabilità



AGGIORNAMENTO Le novità e misure ufficiali approvate nella legge di stabilità 2013-2014 dal Governo Letta le abbiamo spiegate e descritte nel dettaglio in questo articolo

Varrà circa 4-5 miliardi il taglio del cuneo fiscale annunciato dal governo con la nuova Legge di Stabilità che fra qualche ora dovrà essere approvata dal Consiglio dei Ministri.

Secondo la bozza del disegno di legge di Stabilità circolata ieri, si agirà aumentando le detrazioni per circa 15,9 milioni di lavoratori dipendenti e introducendo una detrazione Irap di 15 mila euro triennale per le aziende che fanno nuove assunzioni a tempo indeterminato. Il taglio del cuneo fiscale porterà ad aumenti nelle buste paga dei lavoratori.

Sono, infatti, previste detrazioni Irpef per 15 milioni di lavoratori dipendenti, che potrebbero portare aumenti di 100-200 euro in più in busta paga nel 2014. La misura più attesa è quella degli sgravi per i lavoratori dipendenti che guadagnano fino a 55 mila euro lordi. Tale operazione costerà circa la metà dell'intero importo, più o meno 2 miliardi.

Ma tutto è ancora da decidere: sono, infatti, allo studio due diverse opzioni. La prima prevede l’aumento del parametro, previsto dalla formula per il calcolo della detrazione, da 1.338 a 1.450 euro e ciò significa che in busta paga dovrebbero entrare, al netto, 112 euro per un reddito di 15 mila euro. Il bonus diminuisce al crescere del reddito, scendendo a 98 euro per un reddito di 20 mila euro e a 56 euro per un reddito di 50 mila euro.

La seconda opzione oggi allo studio del governo prevede che il parametro della formula che serve per calcolare la detrazione aumenti da 1.338 a 1.840 euro, ma aumenti anche il denominatore (da 40 mila a 47 mila).

Ciò significa che la detrazione netta in busta paga aumenta per chi guadagna fino a 15 mila euro di 221 euro, per un reddito di 20 mila euro il beneficio sarà di 199 euro, per un reddito di 30 mila euro sarà di 143 euro, per uno di 40 mila sarà di 85 euro mentre a 50 mila euro il vantaggio sarà di soli 29 euro annui nel 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il