BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Letta e Legge di Stabilità 2013 approvata

Rivalutazioni e contributi per le pensioni d’oro: modifiche in Legge Stabilità 2013 2014



AGGIORNAMENTO Le novità e misure ufficiali approvate nella legge di stabilità 2013-2014 dal Governo Letta le abbiamo spiegate e descritte nel dettaglio in questo articolo

Si è parlato per mesi di eventuali modifiche da apportare all’attuale sistema pensionistico voluto dall’ex ministro Fornero e sono state allo studio del governo diverse ipotesi, fra cui quella che prevedeva un sistema di flessibilità in uscita, proposta da Cesare Damiano.

Una proposta, però, definita dal ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, impossibile da attuare al momento per gli alti costi che prevede a fronte di risorse ridotte disponibili. Eppure qualche intervento sulle pensioni è previsto nella Legge di Stabilità che sarà approvata oggi dal Consiglio dei Ministri.

La prima prevede una stretta sulle pensioni d’oro: le pensioni più ricche, infatti, quelle sopra i 3.000 euro non saranno adeguate al costo della vita nel 2014, mentre per quelle d'oro, sopra i 100.000 euro , sarà previsto il versamento di un contributo con la finalità di concorrere al mantenimento dell'equilibrio del sistema pensionistico. Questo contributo dovrebbe essere del valore del 5% per la parte eccedente i 100 mila euro fino 150 mila, del 10% oltre i 150 mila e del 15% oltre i 200 mila.

Non ci sarà, come annunciato, alcuna rivalutazione per le pensioni pari a 3.000 euro, mentre verranno rivalutate del 100% quelle fino a 1.500 euro, del 90% quelle fino a 2.000 euro, del 75% quelle fino a 5 volte. Per quelle tra i 2.500 e i 3.000 euro la rivalutazione sarà del 50%. Nessuna modifica, invece, per quanto riguarda età di pensionamento anticipata. Tutto dovrebbe rimanere come attualmente previsto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il