BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge di Stabilità 2013: Bonus 50% ristrutturazione casa e proroga 2014 ufficiale

Proroga eco bonus ristrutturazioni anche nel 2014? Ufficiale in nuova Legge di Stabilità



AGGIORNAMENTO Le novità e misure ufficiali approvate nella legge di stabilità 2013-2014 dal Governo Letta le abbiamo spiegate e descritte nel dettaglio in questo articolo

Detrazioni Irap, aumento stipendi, tagli alla sanità, nuova Trise e Imu abolita, contributi di solidarietà sulle pensioni d’oro, rifinanziamento della Cig, aumento delle tasse sulle rendite finanziarie, nuovo fondo a sostegno dell’editoria e non solo: sono queste le misure principali contenute nella bozza della nuova Legge di Stabilità, che sarà approvata oggi, martedì 15 ottobre, in Consiglio dei Ministri.

La bozza della Legge di Stabilità prevede tagli per 2,6 miliardi, dovuti anche ad una stretta sulla spesa farmaceutica e su quella ospedaliera (che è interna a questo valore); taglio del cuneo fiscale sugli stipendi più bassi che porterebbe ad un aumento in busta paga dei lavoratori nel 2014; deduzioni Irap per i nuovi assunti che potranno raggiungere per un massimo di 15.000 euro a dipendente; un aumento della tassa su rendite finanziarie, che passerebbe dal 20 al 22%, e andrebbe a colpire tutti gli investimenti ad eccezione dei Btp.

Ma tra le novità principali l’arrivo della Trise che dal 2014 sostituirà l’annunciata Service Tax e comprenderà Imu e Tares.

Questo nuovo tributo includerà il pagamento per i servizi indivisibili (Tasi); e per i rifiuti (Tari).  La bozza prevede anche il blocco dei contratti nel pubblico impiego relativo al triennio 2010-2012 esteso fino al 31 dicembre 2014; il taglio del 10% della spesa degli straordinari per i dipendenti pubblici; una stretta sulle pensioni d’oro; un rifinanziamento di 600 milioni di euro per la Cig in deroga e un incremento di 250 milioni di euro nel 2014 per la social card.

Previsti anche tagli per un miliardo sulle Regioni ma anche la possibilità di estendere il bonus ristrutturazioni edilizie anche al 2014. Il governo avrebbe, infatti, intenzione di prorogare gli ecobonus anche nel 2014 per continuare a sostenere il mercato edilizio che grazie ai bonus per lavori di ristrutturazione ha trovato nuovo impulso.

L’ipotesi più quotata al momento è quella che vede il sostanziale esaurimento dei bonus edili che tornerebbe nel 2014 al 36% e il mantenimento degli ecobonus anche per il 2014, ma al 55%.

Ciò significa, dunque, che gli sgravi fiscali per lavori di risparmio energetico attualmente al 65%, scenderebbero al 55% nel 2014, al 45% nel 2015 e nel 2016 dovrebbe allinearsi con gli altri sgravi fiscali al 36%.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il