Aumento stipendio busta paga Legge di stabilità 2013 sarà deciso in Parlamento. Ufficiale

Aumenti in busta paga definiti in un secondo momento: le misure per i lavoratori



Taglio alle tasse per i lavoratori, nessun taglio alla sanità, nuova Trise, scompare dal testo delle legge di Stabilità l’aumento dell’aliquota fiscale sulle rendite finanziarie dal 20 al 22%, ma viene invece confermato l’aumento dell’imposta di bollo sulla gestione titoli.

Si tratta di una manovra a tutto tondo, che vale 11,5 miliardi solo per il 2014; per il 2015 e 2016, si parla invece di 7,5 miliardi. Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha detto “Per la prima volta da anni facciamo una legge di stabilità in cui i conti quadrano senza aumentare tasse e senza fare tagli al sociale e alla sanità come accadeva negli anni scorsi”.

In particolare, nella legge di stabilità ci saranno tagli alle tasse per imprese e famiglie e la pressione fiscale scenderà nell'arco del triennio dal 44,3% al 43,3%. Inoltre, ha spiegato, “le misure nella legge di Stabilità consentiranno di rispettare gli impegni con l'Europa, gli impegni con l'Europa e di centrare l'obiettivo del 2,5% del rapporto deficit/Pil”.

La Legge di Stabilità contiene poi misure per le aziende, dalla riduzione di tasse per le imprese pari a 5,6 miliardi con una curva crescente nell'arco del triennio (per i lavoratori sarà di 5 miliardi); al rifinanziamento di 1,6 miliardi per il fondo di garanzia per le piccole imprese; al blocco dell'aumento dell'Iva per le cooperative sociali (doveva scattare a gennaio); ad incentivi per il passaggio dai contratti a tempo determinato a quelli a tempo indeterminato.

Per quanto riguarda il taglio del cuneo fiscale, gli annunciati aumenti in busta paga per i lavoratori nel 2014, sono stati confermati ma l’entità di essi sarà discussa in un secondo momento, quando sarà la volta delle modifiche in Parlamento.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il