BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse per aziende e lavoratori ufficiali in Legge di Stabilità 2013 Governo Letta

Taglio tasse lavoratori e imprese: il piano della nuova Legge di Stabilità



Un taglio alle tasse per lavoratori e imprese, senza tagliere fondi alla sanità, una revisione della Service Tax che diventa Trise, ma non solo: queste alcune delle misure contenute nella nuova Legge di Stabilità, definita dal premier Letta, “Una manovra a tutto tondo, che vale 11,5 miliardi solo per il 2014; per il 2015 e 2016, si parla invece di 7,5 miliardi. Per la prima volta da anni facciamo una legge di stabilità in cui i conti quadrano senza aumentare tasse e senza fare tagli al sociale e alla sanità come accadeva negli anni scorsi”.

La nuova Legge di Stabilità contiene tagli alle tasse per imprese e famiglie e la pressione fiscale scenderà nell'arco del triennio dal 44,3% al 43,3%.

Per il taglio del cosiddetto cuneo fiscale, le risorse non sono molte, ma come per tutte le altre misure potranno essere rimpinguate nel corso dell’esame parlamentare. Previsti ora 11,6 miliardi in tre anni, 5 per i lavoratori, 5,6 per le imprese.

Nel 2014 lo sgravio sulle buste paga, concentrato sui redditi più bassi, sarà di un miliardo e mezzo di euro e la sua articolazione sarà decisa dal governo con il Parlamento e le parte sociali.

Per le imprese, invece, ci sarà una riduzione dell’Irap sulla componente relativa al costo del lavoro (400 milioni di sgravio nel 2014) e un taglio da un miliardo dei contributi sociali. Confermato il potenziamento dell’Ace, l’aiuto alla capitalizzazione delle imprese, la cui aliquota salirà dal 3 al 4,5%, e al 6% nel 2015.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il