Imu 2013: rata non si deve pagare per seconda casa data ai figli. Le novità

Esentate dal pagamento della seconda rata Imu le case date ai figli: il provvedimento



Confermata la cancellazione Imu 2103 su prime case e terreni agricoli, sostituita la service Tax dalla Trise, che sarà composta dalle due componenti Tasi e Tari, l'altra novità che riguarda l'Imu è quella che permette ai Comuni di esentare di esentare dal pagamento della seconda rata della tassa sugli immobili, le case date in uso dai proprietari ai figli.

Questa novità è stata prevista da un emendamento al decreto legge sull’Imu approvato dell’Aula della Camera e passato con il sì della Commissione e il parere contrario del governo che è stato battuto durante le votazioni sugli emendamenti.

Nell’emendamento presentato dalle Commissioni , approvato con 342 sì, 2 no (i leghisti Giorgetti e Pini) e 93 astenuti (i deputati dell’M5S). Il provvedimento prevede che tale agevolazione possa essere data su una sola casa. Secondo quanto comunicato, poi, ‘Ciascun Comune definisce i criteri e le modalità per l'applicazione dell'agevolazione’.

Il governo, con il sottosegretario all'Economia Paolo Baretta, aveva espresso parere contrario al provvedimento per un problema di coperture finanziarie che, ha spiegato, “ci sono ma c'è un problema nella scelta in quanto basandosi su un taglio lineare sui ministeri potrebbero ravvisarsi problemi di funzionalità degli stessi”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire