BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund sotto i 230 punti in calo ma miglioramento vero non c'è stato. I motivi

Spread torna a scendere: situazione e prospettive



Ieri sera lo spread tra il Btp e il Bund tedesco ha chiuso in calo a 231 punti base, col tasso sul decennale al 4,24%. Nel corso della seduta il differenziale è anche scivolato sotto quota 230 punti per la prima volta da luglio 2011. Si riduce a 236 punti base il gap tra i titoli decennali spagnoli e gli equivalenti tedeschi, col rendimento dei Bonos al 4,28%. In Italia regna, dunque, fiducia ed entusiasmo.

Ma, secondo alcuni esperti, il Tesoro non avrebbe, in realtà, molto da rallegrarsi giacchè il rinnovato spread calato è determinato più da un rialzo dei tassi tedeschi che da una riduzione di quelli italiani.

Del resto, il rendimento del Btp decennale si è attestato ieri al 4,24%, che non è poi un livello tanto diverso dalla media degli ultimi 3 mesi. Il cammino di discesa dello spread, a prescindere dall’approvazione della Legge di Stabilità di qualche giorno fa che contiene misure volte alla crescita d’Italia, è iniziato, come osservato da alcuni esperti, quando è stata annunciata la prospettiva di una riduzione degli stimoli monetari da parte della Federal Reserve americana e con quella di una ripresa economica in Europa.

I tassi di interesse hanno, dunque, ricominciato a crescere, e l'asticella si è alzata per tutti, Italia compresa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il