BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni precoci e usuranti Governo Letta: la Legge di Stabilità è da rifare in Parlamento. I motivi

Modifiche per precoci e usuranti da discutere in Parlamento? Le ultime speranze



Prima le polemiche dei sindacati, poi le rivendicazioni di Confindustria, si sono unite alla delusione di lavoratori, pensionandi e associazioni che speravano in modifiche all’attuale sistema previdenziale nella nuova Legge di Stabilità e ora l’auspicio è che in sede parlamentare si possano riaprire le discussioni su eventuali modifiche da apportare necessariamente per la risoluzioni di errori di calcoli e formulazione da parte dell’ex ministro Fornero, che ha creato molti problemi da risolvere, dalla questione, gravissima, degli esodati, che rappresentano un esercito di migliaia e migliaia di persone, alle situazioni ingarbugliate di precoci ed esodati.

Se, dunque, non sarà possibile approvare quel sistema di flessibilità in uscita proposto da Cesare Damiano perché, come spiegato dal ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, non è sostenibile per i conti troppo alti che richiederebbe, che almeno si pensi a norme specifiche, così come richiesto da tempo, per determinate categorie di lavoratori. Pronta alla mobilitazione la Uil.

Il suo segretario Luigi Angeletti ha detto che “Il governo aveva detto basta ai tagli lineari, annunciando solo operazioni chirurgiche sulla p.a. per decidere dove investire e dove tagliare. Cosa c’è invece di più lineare di bloccare la contrattazione?

Colpisce tutti i lavoratori dipendenti, qualsiasi lavoro facciano, qualunque importanza abbia il loro lavoro per la vita dei cittadini. Adesso basta, siamo certamente pronti a proteste molto forti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il