BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Letta ultime notizie:si inizia discussione modifiche Parlamento Legge Stabilità

Legge di Stabilità in Parlamento: cosa potrebbe cambiare per pensioni?



Un contributo di solidarietà a carico delle pensioni più alte applicato agli assegni al di sopra dei 300 mila euro lordi l’anno e stop all’adeguamento automatico all’inflazione per gli importi sopra i 3 mila euro lordi al mese, che tocca anche gli stipendi, con i dipendenti pubblici che hanno i contratti bloccati.

Il blocco della rivalutazione non scomparirà per l'intera platea pensionati ma verrà mantenuto sugli assegni superiori a 6 volte il trattamento minimo, cioè per quelli di importo oggi pari ad almeno 2.886 euro lordi che, al netto delle tasse, sono poco più di 2mila euro.

Anche nel 2014, dunque, queste rendite non si rivaluteranno in base all'aumento dei prezzi. Per quanto riguarda poi il contributo di solidarietà sulle pensioni più alte, l’intervento sarà finalizzato al mantenimento dell'equilibrio del sistema pensionistico. E per quanto eccede i 100 mila euro, sarà pari al 5%, per quanto eccede i 150 mila euro sarà pari al 10%, per quanto eccede i 200 mila euro sarà pari al 15%.

Queste le uniche modifiche alle pensioni apportate dalla Legge di stabilità e Confindustria e sindacati sono critici nei confronti delle misure per pensioni ed esodati, ma anche sul lavoro e i trattamenti dei dipendenti pubblici.

E sono pronti a mobilitazioni nel caso in cui anche in sede parlamentare non vengano approvate le modifiche richieste necessarie, soprattutto per determinate categorie di lavoratori, come precoci ed usuranti, o per gli esodati.

La nuova Manovra, infatti, non prevede alcun intervento per un'uscita più flessibile e anticipata dal lavoro e si tratta di eventuali modifiche che dovranno essere discusse in Parlamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il