Telecoms e Mobility Conference 2006 IDC: sintesi di quanto è emerso

A Milano si è svolta la quarta Telecoms e Mobility Conference di IDC. la parola chiave è convergenza di servizi internet e mobile anche in azienda



Alla luce dell'evoluzione in corso nelle tecnologie e nei servizi di telecomunicazioni, che sta dando un notevole impulso all'intero ecosistema digitale, aprendo nuovi scenari per aziende e utenti, l'evento ha analizzato i trend in corso, le opportunità e la roadmap di sviluppo delle piattaforme e dei servizi più innovativi.

"Le tendenze di fondo che caratterizzano l'evoluzione del mercato delle comunicazioni in senso lato sono la digitalizzazione dei contenuti e il passaggio all'IP come fattore unificante delle infrastrutture e dei servizi di rete", ha affermato Roberto Mastropasqua, Research Director Telecom Internet e Media, IDC Italia.

"In questo senso si assiste al passaggio dell'IP da puro protocollo di connettività a piattaforma per lo sviluppo di servizi sempre più evoluti: dalla voce su IP, ai contenuti multimediali, ai servizi integrati. Queste evoluzioni aprono scenari molto innovativi sia per il mondo consumer che per quello business. Nel primo caso si assiste allo sviluppo di prodotti entertainment nuovi, quali la televisione sul telefono cellulare, grazie allo standard DVB-H, e su Internet. Nel secondo caso parliamo di integrazione tra reti, sistemi IT e sicurezza, convergenza della voce sulle reti IP e integrazione tra servizi di rete fissa e mobile. La convergenza è uno degli aspetti più interessanti dello sviluppo legato al mondo delle telecomunicazioni, rispetto al quale il nostro paese appare allineato al resto dell'Europa. Prevediamo che nel giro di due o tre anni la spesa delle imprese in sistemi voce aziendali si sposterà decisamente a favore di tecnologie IP-based, sia ibride che pure, rinnovando così un parco installato spesso molto datato. Ciò che spinge verso queste opportunità è soprattutto la prospettiva di risparmio sui costi, ma anche l'elevato potenziale in termini di prestazioni addizionali e di possibilità di personalizzazione".

Durante l'evento Raffaello Balocco, Politecnico di Milano, ha presentato i risultati dell'osservatorio della School of Management sul mobile business su 200 aziende e su oltre 450 applicazioni, da cui si rileva l'impatto pervasivo delle tecnologie mobile e wireless sulla catena del valore delle imprese.

Marco Bozzetti, Presidente, FIDAInform (Federazione Nazionale delle Associazioni Professionali di Information Management) ha commentato l'indagine FIDA sulla convergenza digitale condotta su 180 IT manager, secondo cui il 76% degli intervistati ritiene che questo tema abbia interesse per la propria azienda. Bozzetti è stato coinvolto in un intenso panel di discussione con gli sponsor del convegno, contemporaneamente al quale il pubblico in sala ha partecipato ad un sondaggio via sms, i cui risultati sono stati resi noti in tempo reale.

Dal televoto dei partecipanti è emerso che il contesto prioritario attinente alla convergenza e all'integrazione aziendali è quello dell'integrazione fisso/mobile e che l'elemento principale per accelerare l'adozione di soluzioni integrate-convergenti è l'integrazione della gestione IT e TLC.

L'evento si è svolto in collaborazione con Alcatel Italia, IBM, Ericsson Telecomunicazioni, EUROTECH Group e Tandberg Italia.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il