BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borsa, azioni e spread btp-Bund Ottobre-Novembre 2013: previsioni e segnali contrastanti

Andamento Borse e azioni: situazione e cosa potrebbe succedere



Si torna ad investire in azioni e obbligazioni, soprattutto ora che sembra sia stata superata l’impasse politica italiana. E sembra che l'azionariato sia tornato a correre: la Borsa si è decisamente ripresa ed anche le previsioni per il futuro sembrano essere molto positive.

E “se la ripresa tenderà a consolidarsi, gli investitori faranno meglio a orientarsi verso i titoli ciclici piuttosto che su quelli difensivi, tradizionalmente generosi con i dividendi”, ha precisato Maurizio Vitolo, responsabile investimenti di Consultinvest sgr.

In rialzo la seduta delle borse europee, ieri sera, in particolare si è registrato lo sprint di Piazza Affari, soprattutto nel finale, con il Ftse Mib in crescita dell'1,28% a 19.152 punti. Milano, infatti, ha fatto meglio delle altre borse del Vecchio Continente.

Lo spread tra Btp e Bund ha chiuso in rialzo a 238 punti base dai 234 punti di ieri, con il rendimento del titolo decennale italiano al 4,14%. Il differenziale tra i decennali spagnoli e tedeschi termina la seduta a 237 punti base scendendo di nuovo sotto il livello di quello italiano. L'euro vola sopra quota 1,38 dollari a 1,3818 in apertura di giornata, la quotazione massima raggiunta da novembre 2011.

La moneta unica europea guadagna terreno anche nei confronti dello yen a 134,65. Dietro questo trend dell'euro c'è l'aspettativa che la Fed manterrà ancora per diversi mesi l'attuale livello di stimoli monetari. Sembra al momento difficile fare previsioni per il futuro considerando la volatilità del mercato e le politiche ancora in via di definizione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il