BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini Governo Letta: sindacati e partiti politici d'accordo, ma c'è incognita Ue

Uscita anticipata: tutti d’accordo su modifiche. Ma Ue punta dito contro l’Italia



Un’uscita anticipata e flessibile per uomini e donne e modifiche all’attuale sistema pensionistico: sindacati, partiti e associazioni si dicono d’accordo ad intervenire in questo senso.

Ma al momento rimangono impegni a parole. E mentre il prossimo 19 novembre la Corte Costituzionale deciderà su un caso singolo che potrebbe poi diventare esempio trainante per tutti lavoratori cosiddetti Quota 96, giacchè il tema della sentenza riguarderà l’uscita anticipata dei lavoratori che si son visti negare il diritto di accedere alla pensione pur avendo raggiunto i requisiti occorrenti quindi 61 anni di età e 35 anni di contributi, a causa di errori nella formulazione delle nuove norme definite dall’ex ministro Fornero, si guarda con un occhio al monito dell’Ue nei confronti dell’Italia.

Se, infatti qualche tempo fa era stata avanzata la proposta di rendere differente l’età pensionabile tra uomini e donne, perché equipararla avrebbe rappresentato, a detta di molti, un’ingiustizia sociale, ora a puntare il dito contro questo meccanismo è la Commissione europea.

Bruxelles, infatti, ha puntato il dito contro le differenze di trattamenti contributivi tra uomini e donne e ha deciso di aprire una procedura d'infrazione contro l'Italia. Ciò che Bruxelles contesta all'Italia è la legge 214 del 2011, in base alle quali gli anni minimi di contribuzione per ottenere la pensione prima di arrivare all’età massima sono stati fissati in 41 e 3 mesi per le donne e 42 e 3 mesi per gli uomini.

Questa norma italiana andrebbe contro l'articolo 157 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea che stabilisce la parità di trattamento tra uomini e donne. E il governo è pronto a discutere ancora una volta della questione pensioni in Parlamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il