BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni e titoli di stato Btp e non solo tra i 5-7 anni di durata Ottobre-Novembre 2013

Migliori titoli o obbligazioni fra i cinque e i sette anni



Tra i migliori titoli consigliati dagli analisti per i mesi di ottobre e novembre,  su scadenze comprese tra 5 e 7 anni, spiccano tutte le categorie di emissioni, dai titoli governativi, alle obbligazioni societarie investment grade, il massimo livello di sicurezza.

Per queste durate, come riportato da CorrierEconomia, anche i titoli di Stato solitamente più avari, quelli tedeschi e quelli statunitensi, offrono una cedola lorda superiore al tasso medio dell'inflazione tendenziale italiana (1,1%), il bund con scadenza 4 settembre 2020 paga per esempio una cedola dell'1,23%. Più generosa la remunerazione del T-bond rimborsabile il 31 marzo del 2010 che arriva a offrire l'1,89%.

Bene anche i Btp italiani, ad esempio con l'emissione rimborsabile il primo dicembre 2018, capace di offrire il 3,05% e le obbligazioni societarie, che spesso uniscono un buon livello di rating a una cedola discretamente generosa. Le emissioni societarie tedesche, per esempio, offrono cedole sostanzialmente allineate con quelle dei bund di pari durata.

Ma se il rating scende alla tripla B, come nel caso dell'emissione a scadenza 30 gennaio 2020 del colosso elettrico Rwe, allora il rendimento sale al 2,16%, quasi un punto percentuale al di sopra della cedola del bund di medesima durata.

Meglio gli italiani, segno che il rischio percepito dal mercato per le obbligazioni del Belpaese è comunque ancora alto. Basti pensare che la principale banca del Paese, il gruppo Intesa Sanpaolo, un rating tripla B, paga per un titolo a sei anni un interessante 3,21%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il