Controllo conti correnti dal 31 Ottobre 2013: come funziona. Movimenti, bonifici, carte di credito

Al via da domani i controlli sui conti correnti: come funzioneranno



Partono da domani, giovedì 31 ottobre, i controlli dei conti correnti degli italiani da parte di banche e intermediari finanziari che dovranno poi comunicare le diverse operazioni al Fisco.

Domani, infatti, banche, istituti di credito e intermediari finanziari dovranno comunicare i dati dei conti correnti degli italiani, che saranno immagazzinati in una super anagrafe da cui, tramite vari incroci e controlli, verranno pescati nomi di potenziali evasori fiscali.

Sarà, dunque, obbligo di banche, istituti di credito e operatori finanziari inviare i dati dei conti correnti da essi tenuti per i loro clienti al Fisco che provvederà a inserirli in una sezione dedicata dell’Anagrafe tributaria, creando una super anagrafe tributaria.

I dati dei conti correnti che saranno svelati al Fisco sono i movimenti dei nostri conti, quindi saldo iniziale e finale, dati identificativi del rapporto, compreso il codice univoco del rapporto, riferito al soggetto persona fisica o non fisica che ne ha la disponibilità, inclusi procuratori e delegati, e a tutti i cointestatari del rapporto.

In caso di intestazione a più soggetti, saranno tenuti sotto controllo rapporti accesi nel corso dell’anno e quelli chiusi, insieme ai dati relativi agli importi totali delle movimentazioni distinte tra dare ed avere per ogni tipologia di rapporto, conteggiati su base annua.
 

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il