BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia 5-8 Novembre 2013: rendimento variabile e fisso. Le previsioni

Acquisto, condizioni e rendimento nuovo Btp Italia: come fare e tutto quello che c'è da sapere



Manca poco alla nuova emissione del Btp Italia che si terrà dal 5 all’8 novembre. Anche in questo caso, come nei precedenti, il taglio minimo del nuovo Btp Italia è di mille euro, si possono comprare solo multipli di mille e la durata minima del collocamento non sarà più pari a due giornate piene poichè questa volta il Tesoro ha deciso che il collocamento potrà essere chiuso anche alle ore 14 del giorno dopo, cioè il 6 novembre del 2013.

I risparmiatori potranno acquistare il nuovo Btp Italia attraverso gli intermediari, in banca o alla posta, avvalendosi del sistema di home banking se si è in possesso di un conto titoli e dell'abilitazione alle operazioni di trading in strumenti finanziari.

Il titolo può essere comprato e venduto in qualsiasi momento successivo alla quotazione, sul circuito del Mot (in Borsa). E chi lo acquista e lo mantiene fino alla scadenza potrà ricevere anche un premio fedeltà.

Per quanto riguarda il tasso minimo garantito per la nuova emissione di Btp Italia, il Dipartimento del Tesoro del Ministero dell'Economia e delle Finanze darà comunicazione al pubblico in data 4 novembre del 2013, cioè un giorno prima rispetto all'inizio del collocamento. La cedola minima presumibilmente sarà del 2,25%.

Il tasso reale invece verrà fissato solo a fine periodo di collocamento e nel caso di chiusura anticipata il tasso reale viene comunicato a sua volta in anticipo. Il prezzo del Btp Italia 2013-2017 nel periodo di collocamento è sempre 100, poi una volta concluso tale periodo il prezzo varia a seconda del mercato.

Il rendimento del nuovo Btp Italia 2013 nell'emissione di novembre non è fisso, poiché è correlato all'inflazione italiana ed è quindi composto da una parte di cedola fissa e una di rendimento che oscilla in base all'inflazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il