BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti e precoci Governo Letta: nel silenzio le idee di Renzi e Cuperlo

Idee e posizioni su attuale sistema pensionistico: cosa va ancora fatto?



Tutto continua a tacere sulle pensioni, cos’ come sulle richieste di norme ad hoc richieste, e spesso ribadite, per precoci ed usuranti. Per gli addetti a lavori usuranti, i sindacati hanno chiesto da tempo requisiti meno rigidi per l’uscita dal lavoro, fino al ritorno alle vecchie regole, precedenti l’entrata in vigore della nuova legge.

Per i lavoratori precoci, invece, si chiede di modificare la normativa riguardante le penalizzazioni previste per l’accesso alla pensione anticipata. E se il presidente dell’Inps, Antonio Mastropasqua, ha spiegato che “Sulla sostenibilità sociale va messa tutta la massima attenzione, che comunque mi sembra già ci sia.

Lo scenario è disegnato dalle riforme che ci sono state fino ad oggi e sicuramente c’è sempre un dibattito tra parlamento e parti sociali”, è intervenuto sulla questione anche Gianni Cuperlo, avversario di Matteo Renzi alla Segreteria del Partito Democratico, secondo cui “La riforma Fornero delle pensioni contiene iniquità evidenti. A partire dalla questione esodati che sono diretto prodotto di questa riforma”.

E proprio per cambiare tale impianto, ha spiegato Cuperlo, “In Parlamento si sta cercando di predisporre un testo per affrontare nel modo più equo possibile questo problema urgentissimo (degli esodati) che tocca migliaia di cittadini”. Gli fa eco il sindaco di Firenze Matteo Renzi che, pur convinto qualcosa vada fatto, non ha mai nascosto il suo appoggio all’attuale legge delle pensioni.

Secondo Renzi, infatti, “La riforma va bene. Gli esodati sono un problema specifico”, comunque da risolvere. Nonostante Renzi sia consapevole del fatto che la questione esodati è stata creata da una serie di errori di formulazione della legge dell’ex ministro Fornero, ritiene comunque che effettivamente il nostro sistema pensionistico andava rivisto, aggiustando norme sul lavoro e rivedendo lo Statuto dei lavoratori. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il