BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Azioni e Borsa italiana Novembre e Dicembre 2013: consigli e previsioni analisti. Novità

Borsa in rialzo: i migliori titoli secondo analisti



Continuare a correre: quale sarà la strada delle azioni italiane in questi ultimi mesi del 2013? Se gli analisti qualche tempo fa avevano pronosticato il ritorno delle azioni come investimento, oggi le previsioni continuano ad essere rosee. Piazza Affari da inizio anno, come riportato da CorrierEconomia, è la seconda migliore Borsa europea alle spalle di Madrid con un rialzo intorno al 17%.

Scorrendo il listino non sono rari i casi di guadagni superiori al 100%, in particolare tra le società a medio-piccola capitalizzazione. Bene anche le società della categoria sottovalutate, che comprende la pattuglia dei titoli del lusso e le utilities più tradizionali come Atlantia, Terna e Snam.

Secondo Mauro Vicini, direttore di Websim.it, per esempio, si è ridimensionata la discesa del traffico sulla rete autostradale gestita dalle concessionarie controllate da Atlantia. Le valutazioni restano interessanti nonostante un rialzo del 20% da inizio anno perché i dati macroeconomici sull'Italia arrivati negli ultimi due mesi confermano una modesta ripresa.

Secondo CorrierEconomia, chi crede nella continuazione di un trend positivo delle Borse, potrà, secondo i fund manager, orientarsi con una certa sicurezza sui titoli del risparmio gestito, come Azimut e Mediolanum, già cresciuti da inizio anno rispettivamente del 77 e del 65%. Bene anche Fiat (+58% Fiat Auto, + 55,7% Exor).

E i titoli del lusso, come Cucinelli o Ferragamo. Gian Paolo Rivano, gestore azionario di Advam Partners sgr, “Tendenzialmente ritengo che le migliori occasioni di investimento si incontrino andando a cercare, tra la moltitudine delle società sottovalutate o in perdita, quelle che hanno il potenziale di rialzo migliore”.

In questo caso, tra i titoli preferiti dal gestore c'è STMicroelectronics, uno dei principali produttori di semiconduttori in Europa, che realizza una parte cospicua del proprio fatturato nel settore dei telefoni cellulari (handset) e nei dispositivi elettronici per auto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il