BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Esame avvocato 2013: tracce prova possibili e come prepararsi al meglio anche online

Come prepararsi all’Esame di avvocato: date ed esempi di esercitazioni


Futuri avvocati alle prese con la preparazione dell’esame che conferirà loro il titolo: tre le prove da sostenere, in calendario il prossimo mese di dicembre. Le tre prove che prevedono lo svolgimento di un parere motivato in una materia regolata dal codice civile e una dal codice penale e la terza che riguarda la redazione di un atto giudiziario, si svolgeranno rispettivamente il 10 dicembre, giorno in cui si dovrà svolgere il parere motivato in materia regolata dal codice civile, l’11 dicembre, quando è in calendario lo svolgimento del parere motivato in materia regolata dal codice penale, e il 12 dicembre, giorno dello svolgimento dell’atto giudiziario in materia di diritto privato o di diritto penale o di diritto amministrativo.

Le prove inizieranno, così come indicato nel bando, alle 9. Per strutturale il parere, la redazione dovrebbe essere suddivisa in 4 fasi. Si inizia con un lettura attenta e precisa della traccia, bisognerà poi individuare l’argomento preciso e fare uno schema su cui poi lavorare.

Una volta capita esattamente la tematica, si può passare all’introduzione per anticipare quello che sarà il discorso centrale. La terza fase riguarda gli elementi tecnici giurisprudenziali.

E, infine, le conclusioni. Per prepararsi al meglio sarebbe bene cercare online le prove degli anni scorsi per esercitarsi nello svolgimento dei pareri.

Volendo fare qualche esempio, lo scorso anno la traccia di diritto penale prevedeva: nel corso di una indagine di polizia giudiziaria finalizzata alla repressione del fenomeno dello sfruttamento dei minori a fini sessuali, l’agente autorizzato ad operare sotto copertura sulla rete web con un nikname, accerta uno scambio di materiale pedopornografico tra tizio e caio, accertando, poi, che il nikname utilizzato da uno degli utenti è riferibile a Tizio, titolare dell’utenza telefonica usata per la connessione internet, la quale risulta ubicata in un appartamento abitato soltanto da lui.

Contattandolo direttamente sempre in via telematica, l’agente acquisisce da Tizio numerose immagini pedopornografiche. Tizio viene sottoposto a procedimento penale e si procede al sequestro del computer di Tizio rinvenuto nell’appartamento.

La consulenza tecnica disposta dal pubblico ministero sul computer in sequestro consente di accertare che con quel computer erano stati inviati numerosi messaggi di posta elettronica con allegati files contenenti immagini pedopornografiche, che esiste un’apposita cartella salvata sul disco rigido, contenente numerosissimi files di immagini e filmati dello stesso genere. A questo punto, Tizio si reca da un avvocato per conoscere le possibili conseguenze penali della propria condotta.

Il candidato, assunte le vesti del difensore di Tizio, analizzi la fattispecie o le fattispecie configurabili nella condotta descritta soffermandosi in particolare sulle figure della progressione criminosa dell’antefatto e post-fatto non punibili. Sarebbe meglio consultare, dunque, il web per scovare eventuali esercitazioni. Chi passerà le prove scritte, dovrà poi affrontare l’ultimissima prova orale prima di essere insignito del titolo di avvocato.




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il 07/11/2013 alle ore 09:49