BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito Novembre 2013: migliori offerte, tassi interesse e rendimenti per durata a confronto

I migliori conti deposito di novembre: quale scegliere



Sono ancora molti gli italiani che scelgono i conti deposito per mettere al riparo la propria liquidità, perché sicuri e capaci di garantire buoni rendimenti, anche se dal primo gennaio 2013 l'imposta di bollo è salita, passando dallo 0,10% allo 0,15% annuo sulle somme depositate, con un minimo di 34,2 euro.

Molti hanno pensato che con l’aumento dell’imposta di bollo sui conti deposito la loro convenienza sarebbe venuta meno ma invece la tendenza non è cambiata.

I conti deposito presentano tassi di interesse molto più alti rispetto ai conti correnti tradizionali e sono investimenti che non presentano particolari rischi perchè sono assicurati dal fondo interbancario di tutela dei depositi. Scegliere un conto deposito per mettere al riparo la propria liquidità può arrivare a garantire buoni rendimenti, ma prima di decidere in quale investire è bene sempre valutarne le condizioni in base alle proprie esigenze.

Due le tipologie di conti deposito su cui è possibile investire, liberi e vincolati: i primi permettono di avere sempre l’immediata disponibilità del denaro depositato, mentre con un conto deposito vincolato è possibile ritirare i propri risparmi solo alla scadenza del periodo di vincolo, da 1 a 36 mesi, con rendimenti più alti dei conti deposito liberi e crescenti in base ai mesi di vincolo stabiliti.

Le banche spesso non prevedono spese di apertura chiusura o di gestione per i conti deposito, ma bisogna considerare la tassazione sul tasso di rendimento effettivo.

Tra le migliori offerte proposte per questo mese di novembre 2013 spiccano quelle di Banca Marche, che offre un conto deposito vincolato svincolabile ad un tasso lordo del 3,50% e prevede interessi netti a liquidazione posticipata ammontano a 280 euro, mentre le spese di bollo arrivano fino a trentacinque euro circa.

In base al periodo di deposito delle somme sorgono diversi tassi d'interesse: 3% se il vincolo è a 3 mesi, 3,20% se il vincolo è a 6 mesi, 3,40% su 9 mesi e 3,50% su 12 mesi. L'importo minimo depositarie è di 5000 euro mentre quello massimo arriva a tre milioni di euro.

Banca Mediolanum offre, invece un tasso lordo del 3% con interessi netti a liquidazione posticipata che arrivano fino a 240 euro. I tassi d'interesse applicati sono del 2,10% per un vincolo a 3 mesi, del 2,20% su un vincolo di 6 mesi e del 2,30% su un vincolo di 12 mesi.

Infine, c’è l’offerta di Banco Popolare, che garantisce un tasso lordo del 3% con interessi netti che arrivano a 240 euro. I tassi d'interesse sono del 2,50% se il vincolo è a 9 mesi, del 3% se il vincolo è a 12 mesi e del 3,50% se il vincolo è a 18 mesi. L'importo minimo di deposito è di 5000 euro ma non è previsto un importo massimo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il