BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund più basso. Previsioni Novembre-Dicembre 2013 con taglio tassi Bce

Nuovo taglio tassi Bce: previsioni analisti e situazione



Le previsioni parlano chiaro: lo spread tra Btp e Bund dovrebbe essere in discesa in questi ultimi mesi del 2013 e la Bce dovrebbe avviarsi ad un nuovo taglio dei tassi.

Il differenziale Btp e Bund è sceso sotto quota 240 punti base (239) e il rendimento del 10 anni italiano è calato al 4,08%, il livello più basso da fine maggio.

Il divario tra i titoli di Spagna e Germania si riduce a 230 punti base. Secondo alcuni analisti, durante la prossima riunione del 7 novembre 2013, la Bce dovrebbe intervenire con un nuovo taglio dei tassi, dato il calo dei prezzi registrato ad ottobre.

I dati diffusi sull'inflazione europea mostrano un calo dello 0.7% su base annua: si tratta del dato più basso registrato negli ultimi 4 anni ed è ancora più rilevante se si considera che l'Italia nello stesso mese ha visto anche un incremento dell'Iva, fissata al 22% dal 1 ottobre 2013. E questo prospetta probabile un taglio dei tassi a novembre.

Il presidente della Bce, Mario Draghi, potrebbe, infatti, considerare il calo dell'inflazione di ottobre come accidentale e il board potrebbe rinviare l'intervento a dicembre.

Inoltre, l’attuale calo dei prezzi potrebbe essere un fenomeno temporaneo e per questo gli operatori propendono per una eventuale riduzione dei tassi di interesse nel mese di dicembre, quando saranno pronte anche le nuove stime di crescita e di inflazione, che includeranno per la prima volta anche quelle per il 2015, e indicheranno la vera tendenza dei prezzi nell’arco dei prossimi due anni. Ma per la diminuzione reale, ci si dovrebbe aspettare una ripresa economica o quanto meno una stabilità politica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il