Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Letta: modifiche età e uscita solo per i militari.

Età pensionamento: le differenze con militari e altre categorie



Mentre pensionandi e sindacati attendono interventi, che probabilmente mai arriveranno per ora, nella prossima Legge di stabilità, che possano andare a cambiare l’età di pensionamento di determinate categorie di lavoratori o prevede anche un’uscita più flessibile dal lavoro, come proposto tempo fa da Cesare Damiano, pur con un sistema di penalizzazioni, grandi novità, e vantaggi, arrivano invece per i militari, che avranno la possibilità di mettersi a riposo a 50 anni conservando l'85% della retribuzione.

Questa la novità che potrebbe interessare i militari italiani, secondo quanto definito da un provvedimento contenuto nei decreti attuativi della legge n. 244 del 2012 ideato da Giampaolo Di Paola, ex-ministro della difesa nel governo Monti, che ha messo in cantiere la riforma delle Forze Armate.

Per ridurre di 35mila unità l'organico militare in tutto il paese, Di Paola ha previsto la possibilità di effettuare parecchi prepensionamenti ma anche di ricorrere all'esenzione dal servizio, che consentirà a molti militari di congedarsi dal lavoro con dieci anni di anticipo, rispetto a quanto prevede la legge (cioè a 50 anni invece che a 60) e conservando pure buona parte della retribuzione. Ben l'85%.

Ma in pensione prima, rispetto ai 'classici' lavoratori che attualmente devono aspettare la soglia dei 66 anni, anche attori, ballerini, cantanti e sportivi. Per gli attori professionisti, è possibile congedarsi dal lavoro (con i requisiti di vecchiaia) a 63 anni per gli uomini e a 58 anni per le donne.

Dal 2014, l'età sale a 64 anni per i maschi mentre per le attrici è previsto un innalzamento fino alla soglia dei 64 anni in maniera graduale, entro il 2022. I cantanti, nel 2014, andranno in pensione a 61 anni, un anno in più rispetto allo scorso anno, ma sempre sotto la soglia dei 66 anni.

Stesso discorso per i ballerini per cui nel prossimo 2014 l’età pensionabile crescerà di 12 mesi, da 45 a 46 anni, anche la soglia minima di età per il pensionamento dei ballerini; e gli sportivi che da gennaio prossimo potranno congedarsi dal lavoro a 53 anni (contro i 52 degli anni scorsi) mentre le donne avranno un innalzamento da 47 a 53 anni entro il 2022.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il