Pensioni precoci e usuranti Governo Letta: modifiche-emendamenti Legge Stabilità. Oggi ultimo giorno

Andare in pensione prima per militari e altri lavoratori ma usuranti e precoci?



Richieste da tempo, sembrano svanire le possibilità di mandare in pensione prima lavoratori precoci ed usuranti e risolvere la situazione dei pensionandi della scuola, appartenenti alla cosiddetta Quota 96, considerati anch’essi usuranti ma per i quali l’ex ministro Fornero, nella formulazione della sua riforma, non ha tenuto della specificità del comparto scuola, dando vita ad un vero e proprio caos pensionamenti, lo stesso di quanto accaduto con gli esodati, ancora in attesa si risposte concrete e definitive.

Se, dunque, quanto richiesto da sindacati e associazioni, cioè la possibilità di andare in pensione prima o con le vecchie regole, per alcune categorie di lavoratori sembra non essere uno degli argomenti in discussione per nuove modifiche alle pensioni nella nuova Legge di Stabilità, altre categorie di lavoratori sembra potranno beneficiare di questa agognata uscita anticipata. Si tratta, per esempio, dei militari, ma anche di attori, cantanti, ballerini.

Per i militari (comunque considerati usuranti) si profila, infatti, la possibilità di militari di congedarsi dal lavoro con dieci anni di anticipo, rispetto a quanto prevede la legge e cioè di lasciare il lavoro a 50 anni invece che a 60, mantenendo l’85% della retribuzione.

Stesso discorso per attori, ballerini, cantanti e sportivi. In particolare, per gli attori professionisti, è possibile congedarsi dal lavoro (con i requisiti di vecchiaia) a 63 anni per gli uomini e a 58 anni per le donne. Dal 2014, l'età sale a 64 anni per i maschi mentre per le attrici è previsto un innalzamento fino alla soglia dei 64 anni in maniera graduale, entro il 2022.

I cantanti, nel 2014, andranno in pensione a 61 anni, un anno in più rispetto allo scorso anno, ma sempre sotto la soglia dei 66 anni. Stesso discorso per i ballerini per cui nel prossimo 2014 l’età pensionabile crescerà di 12 mesi, da 45 a 46 anni, anche la soglia minima di età per il pensionamento dei ballerini; e gli sportivi che da gennaio prossimo potranno congedarsi dal lavoro a 53 anni, invece che a 52, mentre per le donne l'età salirà da 47 a 53 anni entro il 2022.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il