BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi, Trise, Tari (nuova tassa casa), aumento busta paga, statali: Legge Stabilità modifiche.

Nuovi emendamenti in discussione per Legge Stabilità: cosa prevedono



E' stato prorogato a domani, sabato 9 novembre, il termine per la presentazione degli emendamenti al ddl di Stabilità in commissione Bilancio al Senato. In vista della scadenza, è stato convocato oggi, 8 novembre, il Consiglio dei ministri.

Il governo esaminerà tra l’latro un disegno di legge collegato alla legge di Stabilità sulla Green economy e una delega in materia di istruzione, università e ricerca. Il collegato ambientale contiene tutta una serie di semplificazioni che dovrebbero facilitare l'attività delle imprese.

La più importante prevede che vi sia un'unica commissione per il rilascio di Via (Valutazione impatto ambientale), Vas (Valutazione ambientale strategica) e Aia (Autorizzazione integrata ambientale).

In discussione anche modifiche sulla nuova tassazione sulla casa: dal ritorno delle detrazioni in base al reddito e 200 euro in più in busta paga sotto i 30 mila euro, nodi principali sui quali si sta cercando di intervenire per migliorare la Legge di Stabilità.

Le ritrovate detrazioni esenterebbe completamente, però, tutte le abitazioni con una rendita catastale inferiore a 300 euro e sarebbero uniformi a livello nazionale.

Si lavora, inoltre, ad un nuovo piano casa e, probabilmente, nella Legge di Stabilità sarà inserito un nuovo taglio della cedolare secca sugli affitti calmierati, già abbassata dal 19% al 15%. Tra gli altri interventi previsti, tecnici del governo starebbero lavorando ad una no tax area per pensioni e redditi da lavoro dipendente, ossia una soglia limite sotto la quale non si pagano tasse.

Attualmente la soglia di esenzione per i pensionati è 7500 euro, mentre per i dipendenti 8mila. In discussione anche il blocco degli stipendi tra i lavoratori della pubblica amministrazione e tagli per il personale all’estero. Tra gli emendamenti anche l’ipotesi di ricorrere al Trattamento di Fine Rapporto come garanzia per riuscire a sostenere le spese previste.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il