BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge Stabilità Governo Letta: cambiamenti e modifiche. Emendamenti entro oggi sabato

Gli interventi dei nuovi emendamenti alla Legge Stabilità: a giorni l’approvazione



E’ fissato a domani 9 novembre il termine ultimo per la presentazione degli emendamenti al ddl di Stabilità. Le eventuali modifiche di cui al momento si discute dovrebbero toccare la tassazione sulla casa, con il ritorno delle detrazioni come per l’Imu anche per la nuova Tasi, in base al reddito, e l’aumento degli stipendi, con 200 euro in più in busta paga per redditi sotto i 30 mila euro.

In discussione anche il blocco degli stipendi tra i lavoratori della pubblica amministrazione e tagli per il personale all’estero. Tra gli emendamenti anche l’ipotesi di ricorrere al Trattamento di Fine Rapporto come garanzia per riuscire a sostenere le spese previste.

“Senza modifiche profonde alla Legge di stabilità l’Italia rischia di avere nel 2014 3,5 milioni di disoccupati”: a lanciare l’allarme il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti. “E’ necessario cambiare profondamente il disegno di legge riducendo le tasse sul lavoro dipendente e sulle pensioni.

L’ipotesi di spostamento delle risorse del cuneo fiscale sulla parte più povera della popolazione è un depistaggio dal problema principale, una trappola, perché questo governo non ha ridotto in maniera seria le tasse sul lavoro smentendo le sue parole”.

Tornando alle detrazioni, quelle che saranno di nuovo in vigore esenterebbero completamente solo le abitazioni con una rendita catastale inferiore a 300 euro e sarebbero uniformi a livello nazionale.

Si lavora, inoltre, ad un nuovo piano casa e, probabilmente, nella Legge di Stabilità sarà inserito un nuovo taglio della cedolare secca sugli affitti calmierati, già abbassata dal 19% al 15%.

In discussione anche una no tax area per pensioni e redditi da lavoro dipendente, ossia una soglia limite sotto la quale non si pagano tasse, attualmente fissata per i pensionati a 7500 euro e per i dipendenti a 8 mila.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il