BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spesometro: invio dichiarazione e modelli conviene a date prefissate pur con rinvio. I motivi

Slittate date presentazione spesometro ma meglio rispettare le vecchie scadenze



E’ stata posticipata l’entrata in vigore di spesometro e Superanagrafe: la nuova data è stata fissata al 31 gennaio 2014, per premettere alle società addette di predisporre il software necessario all’invio dei dati e distribuire in maniera più efficiente gli adempienti comunicativi, in considerazione degli elevati livelli di impegno del canale Entratel, nel mese di novembre 2013.

Ancora due mesi, dunque, ancora per gli operatori finanziari che dovranno comunicare gli acquisti superiori ai 3.600 euro effettuati dai consumatori tramite carte di credito, di debito o prepagate nel periodo 6 luglio-31 dicembre 2011.

Più tempo previsto anche per l’invio delle comunicazioni integrative all’archivio rapporti relative a saldi e movimentazioni finanziarie: il Sid (sistema di interscambio dati) resterà, infatti, anch’esso attivo fino al 31 gennaio 2014.

Ma la proroga dello spesometro non convince per cui sarebbe è meglio spedire ed inviare il modello e la dichiarazione da domani, martedì 12 novembre 2013. Il comunicato dell'Agenzia dell'Entrata del 7 novembre 2013, infatti, non specifica se si parla di proroga o rinvio, ma di apertura del canale tematico fino al 31 dicembre 2013.

E non parla neanche di eventuali sanzioni e multe che potrebbero essere applicate, nel caso in cui il modello venga spedito dopo le due scadenze, fissate al 12 e 21 novembre 2013.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il