Equitalia: nuove regole ufficiali 2013 come pagare cartelle esattoriali, multe a rate anche 10 anni

Rateizzare i pagamenti Equitalia: come fare e nuovi piani



Rateizzare le sanzioni e le multe inviate da Equitalia anche a rate di 10 anni: la firma del ministro dell'Economia e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo ha dato il via libera alla possibilità di presentare a Equitalia le richieste di rateazione dei debiti fino a un massimo di dieci anni.

La concessione sarà però condizionata alla grave situazione di difficoltà e alla solvibilità del debitore che bisognerà dimostrare all'agente della riscossione. La nuova normativa prevede, dunque, la possibilità di pagare le rate Equitalia anche in 10 anni, con 4 diversi piani di rateazione e con la possibilità per il contribuente di chiedere al concessionario della riscossione un piano di rateizzazione Equitalia rapportato alla propria condizione economica.

I quattro piani di rateazione Equitalia sono il piano di rateazione Equitalia ordinaria di 72 rate; il piano di rateazione Equitalia in proroga ordinario da 72 rate; il piano di rateazione Equitalia straordinario con 120 rate; e il piano di rateazione in proroga con rate da estinguere in 10 anni. La novità più grande è sicuramente la possibilità di rateizzare in 120 rate.

Questa possibilità viene concessa al verificarsi di due specifiche condizioni: l’accertata impossibilità del debitore ad eseguire il pagamento del suo debito seguendo un pano di rate Equitalia ordinario, e la solvibilità del debitore da accertare in relazione al piano di rateizzazione concesso.

Il debitore si considera insolvente quando non potrà pagare una rata Equitalia perché questa ha importo pari o superiore al 20% del reddito mensile del suo nucleo familiare, individuato sulla base dello Isr, indicatore situazione reddituale.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il