BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero mezzi pubblici, statali tutta settimana 11-15 Novembre 2013: giorni, orari, regioni e città

Al via da oggi scioperi e mobilitazioni: i motivi



Si apre una settimana di scioperi e mobilitazioni proclamate dai sindacati per protestare contro alcune misure della Legge di Stabilità: secondo quanto si legge in una nota di Chil, Cisl e Uil, a partire da oggi, lunedì 11 novembre, e fino a venerdì 15, tutte le province d'Italia saranno interessate dallo sciopero nazionale proclamato dai sindacati confederali lo scorso 21 ottobre. In programma quattro ore di sciopero che coinvolgeranno i lavoratori di tutti i settori e che si articoleranno a livello territoriale, con decine di iniziative in programma nei prossimi giorni.

Le rivendicazioni alla base della mobilitazione Cgil Cisl Uil riguardano sprechi e rendite per dare più risorse ai lavoratori e ai pensionati. I sindacati chiedono, infatti, misure per diminuire le tasse sui lavoratori e sui pensionati e risorse per rivalutare le pensioni, insieme all'adozione di iniziative per affrontare i nodi irrisolti nella Pa e dare efficienza alla spesa pubblica.

Le iniziative di protesta saranno accompagnate da una serie di incontri tra i segretari Cgil, Cisl e Uil Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, con i gruppi parlamentari di Sel, Pd e Fratelli d'Italia, richiesti dagli stessi sindacati per 'formalizzare' le critiche alla Legge di Stabilità e sostenere le proposte di cambiamento.

A partire da oggi, dunque, in tutte le regioni i lavoratori si fermeranno per 4 ore, con alcune eccezioni territoriali dove la fermata sarà di 8 ore; decine le manifestazioni in programma a partire da inizio settimana fino a venerdì quando, a Milano, il leader della Cgil, Susanna Camusso, parteciperà alla manifestazione promossa dai sindacati confederali del capoluogo lombardo in piazza della Scala a partire dalle 9:30. I servizi pubblici essenziali saranno garantiti come previsto dalla legge, hanno assicurato i sindacati.

Oggi, lunedì 11, in particolare, in Calabria è stato organizzato uno sciopero generale a Cosenza; domani, martedì 12, sarà il turno della Basilicata con scioperi a Potenza e Matera; il 13 toccherà al Lazio dove oltre allo sciopero è prevista una manifestazione a Roma da Piazza Esquilino a Piazza SS Apostoli; lo stesso giorno i lavoratori della Toscana terranno un corteo a Firenze, mentre il 14 sarà la volta della Liguria con la protesta a Genova. Venerdì 15 toccherà a tutte le altre regioni. Quattro ore di stop anche in Puglia e in Campania, tranne a

Foggia dove le ore di astensione dal lavoro saranno 8. Stop anche in Emilia Romagna, da Imola, a Parma e Piacenza.


 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il