BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Letta: la situazione aggiornata della settimana

In pensione prima per sostituire cassa integrazione: le ultime modifiche pensioni allo studio



Novità pensioni ancora in discussione nella Legge di Stabilità: il nuovo obiettivo del governo è allentare il blocco dell’indicizzazione per quei trattamenti previdenziali tra 4 e 6 volte il minimo, quindi sopra i 1500 euro.

Tra le altre novità proposte, la possibilità di sostituire la cassa integrazione in deroga potendo andare in pensione a 62 anni, in anticipo rispetto alle disposizioni in vigore con la legge Fornero.

Secondo il democratico Giorgio Santini. Secondo Santini, “Si tratta di permettere alle persone che hanno perso un lavoro ed esaurito la possibilità di accedere agli ammortizzatori ordinari di potere incassare prima il proprio assegno pensionistico”.

Altra modifica in discussione un’ulteriore stretta sulle pensioni d’oro. L’obiettivo è quello di abbassare la soglia che fa scattare il contributo, dagli attuali 150mila euro a 90mila euro e, allo stesso tempo, prevedere un graduale incremento della percentuale applicata (attualmente è al 5%). Le maggiori risorse dovrebbero andare a ridurre la deindicizzazione dei trattamenti, che attualmente scatta per le pensioni tre volte superiori alla minima.

Altre proposte in tema di pensioni da apportare alla legge di stabilità 2014 che vengono dai vari emendamenti presentati prevedono chi il blocco dell’indicizzazione solo per gli assegni oltre 6 volte il minimo, ma prevedendo un limite anagrafico di 68 anni di età non si può toccare l’assegno pensionistico, chi invece  propone l’accesso alla pensione a 62 anni, con penalizzazioni, a chi viene licenziato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il