BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Letta ulime notizie: uscita anticipata, no tax area, modifica valore assegno

Novità pensioni: ancora proposte ma cosa cambierà davvero?



Tanti gli emendamenti piovuti nella Legge di Stabilità per quanto riguarda il capitolo pensioni. Al momento tre i tipi di contributi di solidarietà: il primo prevede il 10 % sulla parte eccedente i 75.000 euro lordi; il secondo per i pensionati baby (5% sulla parte eccedente la pensione minima); il terzo per i fruitori di assegni di reversibilità ovvero una crescita del 5% della percentuale di abbattimento della pensione oltre la soglia di 3 volte il minimo.

E ancora, previsto l'accertamento preventivo della condizione patrimoniale e reddituale dei beneficiari delle pensioni sociali e minime e la possibilità di pensionamento flessibile anticipato per le persone espulse dall'attività produttiva.

Quest'ultima è una misura in linea con l'emendamento del senatore Giorgio Santini (PD) che ha proposto la pensione anticipata a 62 anni per sostituire la cassa integrazione in deroga. Secondo Santini, “Si tratta di permettere alle persone che hanno perso un lavoro ed esaurito la possibilità di accedere agli ammortizzatori ordinari di potere incassare prima il proprio assegno pensionistico”.

Tra le altre modifiche, prevista anche una no tax area per lavoratori e pensionati che hanno una soglia di reddito inferiore a 8.000 euro, lo sblocco della rivalutazione dei redditi da pensione superiori a 6 volte il minimo ovvero circa 3.000 euro al mese e lo stop all'aumento dei contributi per le partite Iva.

Allo studio anche la possibilità per i militari dell'esercito di congedarsi a 50 anni, cioè 10 anni prima della soglia attualmente prevista per l’uscita dal lavoro, mantenendo l'85% dello stipendio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il