Tasi, Trise, Tari: Tuc sostituisce la nuova tassa casa. E non si paga su prima casa.Per chi e quando

Addio Trise e arriva nuovo Tuc? Cos’è e proposte



Via la Service Tax e arriva il Trise, ora via il Trise e arriva il Tuc. Si tratta di un nuovo tributo unico comunale che sostituisce, per la componente immobiliare, l'imposta sul reddito delle persone fisiche e le relative addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari relativi ai beni non locati e l'imposta comunale sugli immobili.

Questa novità è prevista in un emendamento alla Legge di Stabilità presentato dal relatore del Pdl, Antonio D'Alì, insieme ai senatori Mandelli e Sacconi. Il testo cancella gli articoli dal 19 al 23, quindi la parte della manovra riguardante l'istituzione del tributo sui servizi comunali, la Trise, e introduce un tributo unico.

Il nuovo tributo dovrebbe avere una misura massima del 10,6 per mille della rendita catastale da applicare agli immobili anche a copertura dei servizi comunali indivisibili, come l'illuminazione pubblica e l'anagrafe alla manutenzione delle strade.

L'emendamento prevede anche la riduzione della rivalutazione delle rendite catastali di 10 punti per ogni categoria sia per il 2014 che per il 2015.

Come il Trise, anche il Tuc ha due componenti: da un lato sostituisce quella immobiliare dell'imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) e le relative addizionali dovute per i redditi fondiari relativi ai beni non locati (le rendite degli immobili di proprietà), e l'imposta comunale sugli immobili (l'ex Imu); dall'altro, per la parte dei servizi, i costi relativi alla gestione dei servizi indivisibili.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il