BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse in Italia 2013: quanto in media sono e chi le paga. Dati e statistiche dichiarazioni redditi

I paradossi italiani: dipendenti guadagnano più di manager. I dati delle ultime dichiarazioni



Sembrerebbe un paradosso eppure è ciò che emerge dai dati sulle ultime dichiarazioni dei redditi dei contribuenti italiani, secondo cui il reddito medio dei lavoratori dipendenti italiani è di 20.680 euro, mentre quello degli imprenditori è pari a 20.469 euro.

Questo quanto risulta dai dati diffusi dal Dipartimento delle Finanze sulle dichiarazioni dei redditi 2012, per la prima volta stilati sulla base del reddito prevalente dei contribuenti. Risultati decisamente ‘sconcertanti’ per Federconsumatori. In media, dunque, un lavoratore dipendente dichiara più di un imprenditore.

Dalla fotografia, scattata sulle dichiarazioni presentate nel 2012 (anno d'imposta 2011) per la prima volta sulla base del reddito prevalente dei contribuenti, emerge che gli italiani sono un popolo di lavoratori dipendenti e pensionati: 34 milioni di contribuenti italiani, l'83% del totale, ha questo tipo di reddito prevalente.

Il 49% dei contribuenti (20,1 milioni) è un lavoratore dipendente ed il 34% (14 milioni), ossia più di un contribuente su tre, ottiene il suo reddito prevalente da pensione. Solo il 5% (2,1 milioni) dei contribuenti dichiara in prevalenza un reddito derivante dall'esercizio di attività d'impresa o di lavoro autonomo abituale.

I soggetti con reddito da lavoro dipendente prevalente (oltre 20,1 milioni) dichiarano un reddito medio di 20.680 euro. Analizzando la composizione del reddito complessivo dei dipendenti, si evidenzia un'incidenza di circa il 91% del reddito da lavoro dipendente.

Il restante 9% è composto prevalentemente da: redditi da pensione (3,56%), fabbricati (2,37%), altri redditi (1,47%), redditi d'impresa e di lavoro autonomo (1,02%) e redditi da partecipazione (0,92%).

L'82% dei dipendenti dichiara un'imposta netta per un valore complessivo di 92 miliardi di euro (61% del totale imposta netta dichiarata) ed un valore medio di 5.340 euro. Più di 3,7 milioni di dipendenti non dichiarano imposta netta per effetto sia di livelli di reddito che rientrano nelle fasce di esonero ma soprattutto per l'utilizzo delle detrazioni.

Per le persone con reddito prevalente da pensione la media è di 15.790 euro; mentre i soggetti con reddito d'impresa prevalente sono circa 1,5 milioni per un valore medio di 20.469 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il