BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni e anche buoni fruttiferi Poste italiane:nuove offerte 2013.Tassi interessi e condizioni

Nuove offerte Poste per buoni fruttiferi: cosa sono e come funzionano



Non solo obbligazioni: gli italiani investono e sono sempre più quelli che, insieme ai conti deposito, decidono di scegliere i buoni fruttiferi postali. Considerando questo crescente interesse, l’offerta delle Poste si è ampliata e, dopo che lo scorso 10 ottobre Poste Italiane ha lanciato una nuova serie di BFP acquistabili esclusivamente tramite gli uffici postali italiani, emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti (CDP) che garantiscono la restituzione del capitale investito e gli interessi maturati, insieme ad un rendimento sicuro, dal 10 novembre scorso è disponibile presso gli sportelli di Poste Italiane, una nuova serie di BFP emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti.

Sono sette in tutto i nuovi prodotti che Poste Italiane ha pensato per i risparmiatori: BFPDiciottomesi, BFP RisparmiNuovi, BFP Renditalia, serie R08, BFP7insieme, BFP3×4, Buoni Fruttiferi Postali Ordinari, Buoni Fruttiferi Postali Indicizzati all’Inflazione Italiana e, tra questi, quelli più interessanti sono sicuramente i Buoni Fruttiferi Postali Indicizzati all’inflazione J41.

Si tratta di buoni di durata decennale che riconoscono un tasso di interesse reale dell’1,00%, cioè viene riconosciuto il tasso d’inflazione (variazione dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati al netto dei consumi del tabacchi FOI) a cui si aggiunge l’1,00%. Il buono è liquidabile in qualsiasi momento e vengono riconosciuti gli interessi maturati dopo 18 mesi di possesso.

Gli Ordinari rappresentano, invece, il classico investimento di lungo periodo a tasso crescente con una durata massima di venti anni. Il rendimento effettivo annuo lordo alla fine del primo periodo di possesso, cioè al termine del primo anno, sarà dello 0,25, alla fine del 20° anno del 3,05%.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il