BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borsa Italia Novembre-Dicembre 2013 può salire.Usa ed Europa più incerte. Previsioni analisti

Listino italiano pronto a salire ancora: performance e previsioni



Alcuni analisti avevano annunciato, già qualche tempo fa, un ritorno degli investimenti in azioni e obbligazioni. E sembra, infatti, che l'azionariato sia tornato a correre: la Borsa è in ripresa, come del resto Lorenzo Alfieri, country head per l’Italia di JP Morgan, aveva ipotizzato.

L’esperto aveva, infatti, anticipato mesi fa che nella seconda parte di quest’anno le azioni sarebbero state da preferire, soprattutto se si fosse superata l'impasse politica italiana. E per il futuro, Davide Pasquali, presidente di Pharus Sicav, spiega che “Piazza Affari potrebbe continuare a crescere. Sempre che dagli Stati Uniti non arrivino shock”.

Ma, come riportato da CorrierEconomia, l'inarrestabile rialzo dei principali listini mondiali sta disorientando gli analisti dei grafici che mettono in guardia da improvvisi cambi di direzione.

Ad eccezione di Piazza Affari che potrebbe continuare, come accennato, a dare soddisfazione: per il listino milanese il potenziale di rialzo, tra oggi e fine anno, sarebbe intorno al 10% mentre per Wall Street e Francoforte è possibile una pausa di riflessione nell'ordine del 5%.

In Italia dovrebbero andare bene i titoli del comparto finanziario con Mediobanca Ubi, Unicredit in testa mentre per gli industriali, ed in particolare la galassia Fiat, potrebbe essere arrivato il momento di uno stop. Secondo Filippo Ramigni, responsabile investimenti di Classica Sim, “i mercati sono assolutamente compiacenti con il trend. C'è un fortissimo sostegno da parte della liquidità che spinge gli investitori a prendersi rischi nonostante Borse come quelle statunitensi o quella tedesca salgano ininterrottamente da oltre 2 anni”.

Secondo Filippo La Ganga, analista tecnico di Websim.it, “il vero protagonista di quest'autunno e probabilmente anche della fine dell'anno sarà l'Italia, accompagnata dalle altre maggiori borse periferiche. Per quanto riguarda il nostro indice il primo obbiettivo indicato dagli analisti di Websim.it, in area 19 mila punti è stato abbondantemente raggiunto.

La forza del movimento lascia pensare quindi ad ulteriori estensioni, con obbiettivo finale in area 20.000-20.500 punti raggiungibile tra fine anno ed il primo trimestre del successivo”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il