BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti e precoci Governo Letta: Facciamo il punto. La situazione aggiornata

Modifiche per precoci e usuranti: le speranze sembrano svanire



Nessuna modifica in arrivo per precoci e usuranti e le speranze sembrano svanire: tra le novità proposte nella nuova Legge di Stabilità, infatti, non figura alcun intervento per un’uscita anticipata dal lavoro per precoci ed usuranti, come richiesto da sindacati ed associazioni che rivendicavano per queste categorie di lavoratori la possibilità di andare in pensione con le vecchie regole, quelle cioè antecedenti le attuali norme Fornero.

Sulla questione pensioni, la nuova Manovra interviene solo sui blocchi delle rivalutazioni delle pensioni alte nel 2014, per contributi di solidarietà dalle pensioni d'oro e per disposizioni a favore degli esodati.

E dopo la bocciatura della Manovra da parte della Commissione europea, sarà difficile che qualcosa possa cambiare. Sulla questione pensioni è intervenuto anche il presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua, che “Bisogna valutare nelle sedi competenti l'opportunità di eventuali interventi normativi, tesi a garantire l'efficiente ed efficace implementazione della più grande operazione di razionalizzazione del sistema previdenziale pubblico.

Il rischio, altrimenti, è un aumento delle passività”. E se tutto tace su precoci e usuranti, meglio dovrebbe andare per i militari, per cui si sta discutendo la possibilità di mettersi a riposo a 50 anni conservando l'85% della retribuzione.

Questo il provvedimento avanzato da Giampaolo Di Paola, ex-ministro della difesa nel governo Monti, che, per ridurre di 35mila unità l'organico militare in tutto il paese, ha avanzato la proposta di prepensionamenti e esenzione dal servizio, che consentirà a molti militari di congedarsi dal lavoro con dieci anni di anticipo, rispetto a quanto prevede la legge e cioè a 50 anni invece che a 60 e conservando l’85% della retribuzione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il