BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: novità questa settimana. La situazione aggiornata

Come presentare domanda per nuovi esodati e nuovo Ddl. La situazione



I nuovi 9mila esodati salvaguardati dal governo Letta, che vanno ad aggiungersi ai 130mila già tutelati dall'ex governo Monti dovranno inviare la domanda di accesso alla salvaguardia contenuta nel decreto Imu entro il 26 febbraio 2014.

Un giorno in più, invece, 27 febbraio, invece, per tutti quei dipendenti delle Regioni in stato di esonero, e per tutti coloro che, al 4 dicembre 2011, data dell’entrata in vigore della legge Fornero, si trovassero già in stato di esonero. Per inviare la domanda di pensione, bisognerà servirsi della posta elettronica certificata da parte di enti e soggetti idonei alla presentazione della domanda, come consulenti del lavoro, patronati, dottori commercialisti.

Le istanze saranno trasmesse dalle Commissioni (costituite presso le DTL) all'Inps. Le Commissioni si limiteranno ad esaminare esclusivamente le istanze presentate per la prima volta dai lavoratori interessati dal d.l. n. 101/2013 (art. 2, comma 5 ter) alle DTL competenti in base alla residenza dell'istante.

Intanto i senatori di Sel hanno presentato a Palazzo Madama il Ddl sui cosiddetti esodati. Primo firmatario il senatore Giovanni Barozzino, capogruppo di Sel in commissione Lavoro, che ha spiegato come sia necessaria un'iniziativa legislativa per estendere i diritti alla pensione a tutti gli esodati, anche a quelli non salvaguardati: lavoratori licenziati titolo prima del 31 dicembre 2011 e prossimi alla pensione.

Si apre, dunque, una nuova strada di tutela e lo stesso ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha assicurato un ulteriore allargamento della platea con tutte le risorse disponibili.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il