BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni usuranti e precoci Governo Letta: emendamenti approvabili che sono rimasti

Ancora possibilità per modifiche per precoci ed usuranti: quanto c’è ancora di vero?



Blocco dell’aumento dell'aliquota contributiva per le partite Iva esclusive anche per il 2014, sospensione di un anno dell'aumento dal 27 al 28% che in base alla legge 92 del 2012 sarebbe dovuto scattare a partire dal prossimo primo gennaio; possibilità di andare in pensione a 62 anni ma se licenziati e in questo caso si riceverebbe la pensione al posto della cassa integrazione in deroga: queste le misure pensioni ancora previste nel pacchetto di emendamenti alla Legge di Stabilità.

E chissà se ci sia qualche altro intervento che riguardi specificatamente precoci ed usuranti, per cui era stata richiesta la possibilità di andare in pensione con le vecchie regole.

Non se ne fa accenno, in realtà, per cui risulta difficile che tra le novità proposte nella nuova Legge di Stabilità possa figurare qualche intervento per un’uscita anticipata dal lavoro per queste particolari categorie di lavoratori.

Sulla questione pensioni, la nuova Manovra interviene solo sui blocchi delle rivalutazioni delle pensioni alte nel 2014, per contributi di solidarietà dalle pensioni d'oro e per disposizioni a favore degli esodati.

E dopo la bocciatura della Manovra da parte della Commissione europea, saranno difficili ulteriori interventi visto che dovranno necessariamente comportare risorse che l’Italia non ha e non avrà più dalla Commissione Ue.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il