BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: pensioni per pochi pur dopo tanti annunci e decreti. Intervenire in Legge di Stabilità

Ancora pochi gli esodati che ricevono la tutela: in arrivo nuovi provvedimenti?



Sono attualmente circa 140 mila lavoratori esodati già salvaguardati, ma di questi soltanto 25 mila percepiscono effettivamente l'assegno pensionistico: a lanciare l'allarme è ancora una volta Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro e autore di una proposta di riforma basata sulla flessibilità che, al momento, è stata respinta dal governo per mancanza di risorse.

Secondo Damiano, “Se ci sono degli intoppi burocratici o procedurali si cambino le normative del Fondo Esodati e l'Inps invii una seconda lettera ai lavoratori inclusi nella salvaguardia, quelli che hanno già ricevuto una prima comunicazione dall'istituto previdenziale, indicando a questo punto la data di maturazione del diritto alla pensione”.

Intanto il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha confermato il reperimento di 330 milioni mancanti dalle scorte per gli ammortizzatori in deroga, e ha aperto a nuove salvaguardie per gli esodati già in legge di stabilità 2014.

L’intento è soprattutto quello di occuparsi dei 55mila tutelati del secondo decreto, il provvedimento inserito nella spending review, molti dei quali restano tuttora in attesa di vedere il primo assegno erogato.

Il ministro ha annunciato la volontà, con i prossimi provvedimenti, di “garantire un ulteriore allargamento della platea a risorse date”. Sembra, dunque, che si farà ancora qualcosa per cercare di risolvere una volta per tutta una delle questioni attualmente più spinose.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il