BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Letta ultime notizie: modifiche negative nuove in Spending Review Legge Stabilità

Modifiche pensioni sempre più impossibili: i tagli della spending review



Ancora nessuna buona notizia all’orizzonte per quanto riguarda le modifiche tanto attese nel mondo delle pensioni: se, infatti, la bocciatura della Legge di Stabilità da parte dell’Unione europea aveva qualche giorno fa già gelato il governo, che non riceverà i miliardi cui aspirava, necessari per la copertura, secondo quanto preventivato dal premier Enrico Letta e dal ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, di numerose misure, i tagli previsti ora per la spending review sembrano affossare ancora di più le possibilità di nuovi cambiamenti.

Il Corriere della Sera ha, infatti, intervistato Carlo Cottarelli, il commissario straordinario per la revisione della spesa pubblica, che ha spiegato come l'obiettivo sia tagliare 32 miliardi in tre anni e, nel mirino dei tagli, sono infiniti anche il welfare in generale e le pensioni d'oro e d'argento.

Ma, in realtà, saranno diversi i tagli e nessun settore sarà risparmiato, dalla sanità, alle pensioni, al pubblico impiego, alla Rai. Per quanto riguarda, in particolare le pensioni, Cottarelli ritiene che “Il paese ha un grosso problema: una spesa in rapporto al PIL che è troppo alta, tra le più alte al mondo. Da qui la necessità di toccare le pensioni d'oro e d'argento. L'approccio della legge di stabilità è di congelare la perequazione. So che esistono difficoltà a livello costituzionale. Ma c'è una scelta da fare”.

E’ stata, inoltre, cancellata l’idea di una no tax area per una soglia di reddito inferiore a 12.000 euro, ma in discussione ci sarebbero ancora lo stop all'aumento dal 27 al 28% dell'aliquota contributiva per le partite Iva; l’idea di sostituire la cassa integrazione in deroga con la possibilità di ricevere già a 62 anni la pensione, anzicchè a 66, soglia attuale di riferimento; e lo sblocco della rivalutazione dei redditi da pensione superiori a 6 volte il minimo ovvero circa 3.000 euro al mese.


Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il