BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciali (PAS): novità della settimana. Il punto della situazione aggiornato

Elenchi aggiornati regioni per avvio nuovi Tfa Speciali: le novità



Si è svolto giovedì 21 novembre l'incontro tra Miur e Crui sull'avvio dei nuovi Tfa speciali di infanzia e primaria. Il Ministero ha espresso parere favorevole a considerare il diploma magistrale abilitante e quindi requisito valido per poter partecipare al Tfa sostegno, ma nei prossimi giorni si saprà la decisione definitiva. Il Miur ha, inoltre, fatto sapere di essere a lavoro perchè tutti i corsi possano partire insieme. Intanto, dopo Marche, Umbria, Lombardia, Veneto, Lazio arrivano novità sull'avvio dei corsi dei nuovi Tfa Speciali anche dagli uffici regionali di Calabria, Friuli e Piemonte.

In Calabria, infatti, l'Ufficio Scolastico Regionale della regione ha terminato la pubblicazione degli elenchi di ammessi ed esclusi di altre classi di concorso per partecipare ai PAS (Percorso Abilitante Speciale), precisamente delle classi di concorso da A002 ad A016 e la tabella C. In Friuli Venezia Giulia è stato pubblicato l'elenco dei candidati ammessi per i nuovi Tfa speciali delle classi di concorso di insegnamento della lingua slovena e l'Ufficio Scolastico Regionale della regione Piemonte ha comunicato che sta procedendo alla valutazione dei requisiti di accesso ai Pas dove spesso è necessaria di integrazione.

Per questo, gli uffici scolastici hanno provveduto ad avvertire gli interessati inviando una comunicazione in cui si invitano i candidati che hanno presentato domanda a controllare la posta elettronica lasciata durante l'iscrizione alle istanze online e, se ricevuta la notifica, dare il resoconto nel più breve tempo possibile in modo da velocizzare il lavoro degli Usr.

Anche la Puglia ha pubblicato gli elenchi di ammessi ed esclusi mentre in Sicilia saranno pronti entro la metà di dicembre; e in Toscana, il dirigente dell'Ufficio Scolastico di Siena ha costituito un gruppo di lavoro per la trattazione delle domande di accesso ai Pas. Nella Libera Università di Bolzano l'inizio dei Pas è stato rinviato a data da definirsi poiché il ministero dell'Istruzione non ha emanato in tempo utile i due provvedimenti di attuazione necessari per farli partire già a ottobre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il