BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Test medicina 2013 università: bonus maturità. Novità questa settimana. Situazione aggiornata

Immatricolarsi dopo riammissione bonus maturità: come fare e nuova graduatoria



E’ tornato del bonus maturità ma sono ancora tanti i dubbi per i circa due mila studenti che, riammessi alle Facoltà prescelte da cui erano stati inizialmente esclusi, potranno ora reiscriversi. Si attendono, infatti, nuovi chiarimenti dal Miur che dovrebbe specificare le linee definitive per l’immatricolazione. Innanzitutto, è bene sottolineare che il bonus maturità è stato reintrodotto solo per coloro che hanno sostenuto lo scorso settembre i test di ingresso alle Facoltà a numero chiuso.

Il provvedimento prevede che 'Si possono iscrivere in soprannumero nell’a.a. 2013/2014 tutti quelli che nelle graduatorie nazionali per l’accesso a Medicina, Odontoiatria, Veterinaria e Architettura sarebbero riusciti a classificarsi in posizione utile per l’immatricolazione sommando al risultato del test anche i punti derivanti dal bonus Maturità. Tuttavia si avrà diritto di iscriversi nella sede in cui si sarebbe risultati assegnati se il bonus fosse stato considerato ma senza considerare scorrimenti e rinunce successive'.

Nel momento in cui il bonus è tornato ha portato all’iscrizione di studenti prima esclusi e che ora invece potranno frequentare il corso di studi inizialmente prescelto, sarà necessaria la compilazione di una nuova graduatoria e tutti coloro che vi rientreranno grazie al ritorno dei punti bonus potranno immatricolarsi da gennaio 2014.

Si potrà immatricolare al primo corso prescelto chi si è immatricolato in un altro corso di laurea, o ha deciso di fare altro, e ora può decidere di immatricolarsi in soprannumero il prossimo anno (a.a. 2014-2015) all'ateneo spettante di diritto, senza sottrarre posti ai nuovi partecipanti al test. Inoltre, si precisa, che a seconda dei crediti formativi acquisiti durante il corrente anno, lo studente potrà iscriversi al primo o al secondo anno di corso, a patto che gli esami sostenuti siano coerenti e comuni con il nuovo piano di studi. Nessun pericolo, però, per coloro che si sono già immatricolati in virtù della precedente graduatoria: resteranno iscritti al corso di riferimento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il