Microsoft supporterà opendocument e si avvicina ad openoffice

A sorpresa Microsoft ha annunciato che la nuova versione di Microsoft Office supporterà il formato OpenDocument (ODF)



A sorpresa Microsoft ha annunciato che la nuova versione di Microsoft Office supporterà il formato OpenDocument (ODF) permettendo la conversione dal nuovo formato XML proprietario al formato libero.

Microsoft supporterà quindi lo sviluppo del progetto Open Source "Open XML Translator project" (con licenza BSD): questo rappresenta un cambio di rotta a Redmond, la cui posizione era di estrema chiusura di fronte alle richieste di stati americani e vari governi per l'adozione di un formato aperto: ricordiamo il caso del Massachusetts che ha preso una decisione forte decidendo che dal 2007 ogni documento delle pubbliche amministrazioni dello stato dovranno essere in un formato aperto, cioè ODF e PDF.

Il formato OpenDocument è il formato nativo della suite OpenOffice, una delle alternative a Microsoft Office più gettonate visto che non occorre pagare nessuna licenza per utilizzarlo.

La ODF Alliance è un consorzio di quasi centocinquanta aziende che mette insieme la quasi totalità dei produttori di software per gestire documenti come testi, fogli elettronici, presentazioni e archivi: nella lista delle aziende che stanno supportando questo formato che permetterà di non essere legati ad un produttore di software, leggi Microsoft, per gestire i propri documenti troviamo IBM (Workplace), Sun (StarOffice), oltre a realtà del mondo Open Source come Abiword, KOffice, Gnumeric e, infine, non dimentichiamo il nuovo Google Writely.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il