BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciale (Pas): incluso anno 2012-2013 e inizio corsi scaglionato fino a 2015-1016

Novità avvio nuovi Pas: tempi, scaglionamenti e servizi



Considerando che  le procedure di accesso ai nuovi Pas sono state attivate con un certo ritardo, è stata estesa fino all’anno accademico 2015/2016, spostata dall’iniziale 2014/15, la possibilità per atenei e AFAM di istituire e organizzare i percorsi speciali. Saranno considerati i tre gli anni validi al fine di maturare il triennio di servizio necessario per poter partecipare ai corsi e vi rientrerà a tutti gli effetti anche l’a.s. 2012/2013. Si tratta in sostanza di un adeguamento necessario per sopperire ai ritardi di attuazione.

E', inoltre, stato definito un percorso abbreviato fino al 15% per dottorato, master e corsi di perfezionamento relative alla classe di concorso dell’abilitazione. A prevederlo il decreto con il quale il Miur si appresta a dare il via ai Percorsi Speciali Abilitanti in presenza di competenza disciplinari già acquisite.

La riduzione del carico didattico è stata stabilita in misura non superiore al 15% del totale, se il corsista abbia conseguito un  titolo di dottore di ricerca in una delle discipline oggetto dell’abilitazione; o abbia portato a termine master universitari o corsi di perfezionamento universitari di durata almeno annuale relativi ad una delle discipline oggetto dell’abilitazione (per ogni annualità in misura di 1/3 della riduzione massima prevista).

Il Ministero ha anche espresso parere favorevole a considerare il diploma magistrale abilitante e quindi requisito valido per poter partecipare al Tfa sostegno e ha fatto sapere di essere a lavoro perchè tutti i corsi possano partire insieme. Il nuovo decreto con cui il Miur darà il via ai nuovi Pas prevede, infine, per i corsi con un numero di candidati superiore all’offerta formativa delle Università, uno scaglionamento in più annualità.

I criteri in base ai quali saranno definiti gli scaglioni riguarderanno la mancanza di altra abilitazione, la mancanza di altra abilitazione nello stesso grado di istruzione, o la maggiore anzianità di servizio. I servizi valutabili saranno quelli presenti al SIDI se prestati nelle scuole statali e quelli derivanti da autocertificazioni degli interessati se prestati nelle scuole paritarie, o nei centri di formazione professionale.

I corsi dovranno iniziare preferibilmente entro la seconda metà del mese di dicembre 2013 e terminare possibilmente entro il prossimo mese di giugno 2014 e gli esami di abilitazione dovranno essere svolti entro la fine del mese di luglio 2014, ma probabilmente non si riuscirà a rispettare il termine di avvio per metà dicembre considerando che è stato prorogato al 9 dicembre il termine ultimo entro il quale le Università possono comunicare i posti disponibili. La frequenza dei corsi sarà comunque obbligatoria e sarà consentito un massimo di assenze nella percentuale del 20%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il