BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Speciali (PAS): prove con voti da superare nei corsi. Nuovi elenchi ammessi in diverse regioni

Le prove da sostenere durante i nuovi Tfa Speciali: come si svolgono e cosa prevedono



Continua il lavoro delle regioni per la pubblicazione dell’elenco dei nominativi degli ammessi ai prossimi corsi dei nuovi Tfa Speciali. Dopo le Marche, che sono state la prima regione a pubblicare l’elenco con i nominativi, ora aggiornato, anche Calabria, Umbria, Emilia Romagna, Puglia, Lombardia, Toscana, Lazio, Sicilia, Campania sono impegnatissime.

In Lombardia tutte le università hanno dichiarato la propria disponibilità all’organizzazione dei corsi previsti per la scuola secondaria, dopo la pubblicazione in via provvisoria degli elenchi dei candidati ammessi e di quelli esclusi alla partecipazione ai Percorsi speciali abilitanti per la regione relativi alle classi di concorso A013, A019, A20, A029, A036, A038, A039, A042, A047, A049, A051, A060.

I candidati esclusi sono contrassegnati con una X nella colonna corrispondente alla relativa motivazione di esclusione. Il Friuli Venezia Giulia ha comunicato a coloro che hanno presentato domanda per partecipare ai Percorsi Speciali Abilitanti che sono in corso le operazioni di verifica individuale dei requisiti da parte degli uffici della Direzione Generale e degli Ambiti Territoriali Provinciali; e in Sicilia le procedure di accertamento dei requisiti per i candidati al PAS (Percorso speciale abilitante) riguardano 5249 aspiranti e non si concluderanno, secondo le prime notizie, prima della metà di dicembre. Rimangono ora da definire i criteri di assegnazione agli Atenei.

Una volta ammessi ai corsi dei nuovi Tfa Speciali, gli aspiranti insegnanti dovranno sostenere diverse prove e il mancato superamento di una di queste comporta l'esclusione dal Pas. I percorsi prevedono 41 crediti formativi di verifica e consolidamento delle discipline, acquisizione di competenze digitali, acquisizione di competenze didattiche per favorire l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità.

Per ciascuno degli insegnamenti sono previste prove scritte e orali e, nel caso di classi di concorso che prevedano l’utilizzo del laboratorio e delle classi di concorso a insegnante tecnico pratico, è prevista una prova di laboratorio, mentre nel caso di insegnamenti artistici e musicali è prevista anche una prova pratica.

Le prove sono superate dai corsisti che ottengono una valutazione di almeno 18/30 in ciascuna delle prove e, come accennato, il mancato superamento di una prova comporta l’esclusione dal percorso. Chi accederà all’esame finale dovrà stendere, illustrare e discutere un elaborato originale, che coordini l’esperienza professionale pregressa con le competenze acquisite.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il